Che temperatura c’è a Gran Canarie a Febbraio?

Che temperatura c’è a Gran Canarie a Febbraio?

Ti sei mai chiesto se valga la pena esplorare Gran Canarie durante la stagione invernale? Noi ci siamo posti questa domanda e abbiamo deciso di uscire dalla nostra zona di comfort per sperimentare le temperature nel mese di fine Febbraio e inizio Marzo. Abbiamo organizzato una vacanza di 5 giorni per goderci il relax nell’isola, noleggiando un’auto per esplorare le spiagge più belle e le chiese più caratteristiche.

Abbiamo desiderato soggiornare di fronte al mare, zona di Las Canteras, proprio sul lungo ampio lungomare della Playa de Las Canteras, ideale per goderci albe tramonti. La struttura in cui abbiamo alloggiato si chiama Brisamarcanteras; al suo interno, non ci sono semplici camere, ma veri e propri appartamenti dotati di cucina privata, rendendo particolarmente comodo risparmiare denaro cucinando in loco quando necessario. All’interno della cucina è presente anche un piccolo frigorifero per conservare bevande e cibo in freschezza.

Abbiamo optato per il noleggio di un’auto per godere di maggiore comodità flessibilità e indipendenza. Ci siamo rivolti alla compagnia chiamata Cicar situata appena fuori dall’Aeroporto di Las Palmas, raggiungibile in circa 15/20 minuti a piedi. La compagnia di noleggio auto non è facilmente individuabile all’aeroporto, poiché i segnali non sono molto chiari. Tuttavia, la nostra esperienza è stata positiva.

Se avete intenzione di noleggiare il trasporto, consiglio vivamente di affittare un veicolo online con ritiro direttamente in aeroporto per avere maggior indipendenza; prenotare online si è rivelato più conveniente rispetto alla prenotazione in loco. Inoltre, la prenotazione online offre la possibilità di scegliere il modello del veicolo.

Per aiutarvi a trovare l’azienda noleggio, fate riferimento alle auto che sono posizionate di fronte a una stazione di rifornimento di colore rosso denominata CEPSA. Potete riconoscere il personale responsabile del noleggio auto in quanto indossa un gilè con il marchio dell’azienda.

Dopo aver preso la macchina abbiamo iniziato a viaggiare per l’Isola.

Itinerario Gran Canarie 5 giorni

Ci siamo svegliati all’alba appositamente per godere di questo spettacolo e passeggiare lungo la Playa de Las Canteras, immergendoci nel suono delle onde dell’oceano e apprezzando la tranquillità. Lungo questa splendida spiaggia si estendono bar, negozi di artigianato e ristoranti.

Colazione a Las Palmas

Abbiamo aspettato fino alle 9 del mattino per fare colazione, poiché i bar aprono a quell’ora. Con piacere abbiamo atteso l’apertura per deliziarci con una deliziosa colazione a base di pasta fresca e una spremuta di arancia appena fatta.

Cosa vedere a Gran Canarie in un giorno

La nostra prima tappa è stata la 1.Playa de Las Confital. È un luogo che sfida ogni descrizione, con rocce vulcaniche e un panorama in cui, oltre al mare e alle rocce, si percepisce un senso di assoluta desolazione. Ci si sente quasi come se si stesse esplorando un altro pianeta. Ed è proprio questa sensazione di vuoto che consente di apprezzare appieno la sua bellezza naturale. È un luogo perfetto per praticare yoga o meditare, immersi nella sua atmosfera unica. Personalmente, lo considero uno dei luoghi più affascinanti di Las Palmas, senza togliere nulla agli altri luoghi.

Avremmo voluto trascorrere l’intera giornata in questo luogo per rilassarci, ma non volevamo “perdere tempo prezioso”. Pertanto, abbiamo deciso di farvi ritorno l’ultimo giorno.

Playa de Las Cofintal, Las Palmas, Gran Canaria

Playa de las Confital, Las Palmas, Gran Canarie

Playa de las Confital al mare, Las Palmas, Gran Canaria

Playa de las Confital affacciata al mare, Las Palmas, Gran Canarie

Dopo la visita alla Playa de Las Confital, ci siamo diretti verso il 2.Castillo de la Luz, situato nel centro di Las Palmas. Questa fortezza risale al sedicesimo secolo. L’accesso è a pagamento, ma è possibile visitarlo gratuitamente dalle 16:00 alle 19:00. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito ufficiale  dell’attrazione.

Castillo de la Luz, Gran Canaria

Castillo de la Luz, Las Palmas, Gran Canarie

All’interno del parco, si trova la biglietteria dove è possibile ottenere il biglietto, che sia a pagamento o gratuito.

Il viaggio continua…

Successivamente, ci siamo diretti verso il 3.Muelle Deportivo, il porto di Las Palmas circondato da bar, ristoranti e imbarcazioni spettacolari.

Da Muelle Deportivo ci siamo diretti verso il 4.Plaza de Santa Ana per esplorare una magnifica cattedrale chiamata Cattedrale Basilica De Santa Ana. Sfortunatamente, l’abbiamo trovata chiusa poiché la chiesa chiude alle 16:00. Nonostante ciò, abbiamo ammirato la sua maestosità dall’esterno. Dopo aver gustato un buon caffè di fronte a questa affascinante attrazione, ci siamo poi diretti verso la 5.Casa di Colombo, che sta a un minuto di distanza a piedi.

Cattedrale di Santa Ana, Las Palmas, Gran Canaria

Cattedrale di Santa Ana, Las Palmas, Gran Canarie

Interno Museo della Casa di Colombo, Gran Canaria

Interno del Museo casa di Colombo

È davvero imperdibile visitare la casa di Colombo. L’interno è molto suggestivo, e nel giardino esterno, all’interno della villa, si trovano due splendidi pappagalli colorati estremamente amichevoli, pronti a dare il benvenuto ai visitatori mentre si muovono liberamente. Per ulteriori informazioni sui prezzi e orari della villa fate riferimento al sito ufficiale.

Casa di Colombo, Las Palmas, Gran Canaria

Casa di Colombo, Las Palmas, Gran Canaria

A soli pochi passi dalla Casa di Colombo si trova il 6.Plaza de San Antonio, caratterizzato da una graziosa chiesetta al centro della piazza. Da questo punto, ci siamo spostati in macchina verso il 7.Calle Triana, il cuore pulsante di Las Palmas, che merita sicuramente una piacevole passeggiata.

Tramonto a El Bufadero

Da Calle Triana, ci dirigiamo verso 8.El Bufadero in auto. La serata sta giungendo al termine, così decidiamo di fermarci a El Bufadero per ammirare il tramonto e concludere questa intensa giornata a Las Palmas. Questo luogo è impressionante, noto per le sue suggestive piscine naturali che si formano tra le rocce.

Ricapitolando questi sono i post che abbiamo visitato il 1 giorno:

Quasi tutti i posti li abbiamo girati in macchina, mentre alcuni a piedi. Las Palmas è una città molto trafficata.

  • Playa de las Canteras
  • Playa de las Confital
  • Castillo de la Luz
  • Muelle Deportivo
  • Plaza de Santa Ana
  • Casa de Colombo
  • Plaza de San Antonio
  • Calle Triana
  • El Bufadero

Abbiamo scelto di dedicare metà della mattina alla visita del 1.Museo Municipale di Arucas. Successivamente, ci siamo diretti verso la 2.Parrocchia di San Juan Bautista de Arucas, considerata una delle chiese più significative di Gran Canaria e tra le mete più visitate dell’intera isola.

Nel tardo mattino, abbiamo percorso la strada fino a Mas Palomas. Prima di raggiungerla, ci siamo fermati a esplorare alcune delle spiagge bianche, come la 3.Playa de Meloneras, dove ci siamo tuffati e ci siamo goduti il caldo sole sulla sabbia. Dopo esserci asciugati, abbiamo raggiunto il 4.Faro di Mas Palomas, posizionato direttamente sulla spiaggia di Mas Palomas, un tratto di costa estremamente affascinante e ampio.

Faro di Mas Palomas, Gran Canaria

Faro di Mas Palomas, Gran Canaria

Successivamente, ci siamo spostati verso la 5.Playa de Ingles, e da lì abbiamo camminato fino alle celebri dune di Mas Palomas. Quest’area trasmette l’atmosfera di trovarsi su un altro pianeta, quasi come su Marte, con la sabbia dorata che ricorda un deserto. Abbiamo dedicato del tempo a godere appieno dell’estensione della spiaggia di Mas Palomas, seduti tra le dune.

In seguito, abbiamo affrontato la scalata dell’imponente montagna di sabbia, una sfida davvero emozionante. Una volta in cima, un senso di gratitudine ha avvolto le nostre menti circondati e completamente immersi nella bellezza del panorama e nel significato profondo di questo viaggio. Nel discendere, abbiamo giocato, facendo capriole e ridendo come due bambini ingenuamente, pieni di gioia. Affamati, ci siamo fermati nel cuore di Mas Palomas, dove una lunga strada di ristoranti ci ha accolti per assaporare una deliziosa paella.

Camel Safari Park Mas Palomas

Dopo il pranzo, ci siamo diretti al 7. Camel Safari Park, situato a circa 20 minuti a piedi dal centro di Mas Palomas, per osservare i cammelli. Personalmente, non avevo mai visto un cammello dal vivo prima di questa esperienza.

Per fare un giro sul cammello e vivere questa esperienza unica, è necessario acquistare il biglietto in anticipo online, poiché ci sono diverse opzioni di tour disponibili. Tuttavia, essendo bassa stagione, quando siamo stati qui nel mese di Febbraio, abbiamo acquistato i biglietti direttamente in loco senza incontrare problemi di code o altri inconvenienti, nonostante non avessimo prenotato online. Per la stagione alta, consiglio di prenotare il biglietto online per assicurarsi il posto.

Il costo del biglietto varia tra i 15/20 euro, e la durata del tour è di 30 minuti. Si tratta di un’esperienza che consiglio di fare almeno una volta nella vita; personalmente, l’ho trovata rilassante.

Ricapitolando questi sono i posti di cosa visitare a Gran Canarie in due giorni:
  • Arucas Municipal Museum
  • Paroquia de San Juan Bautista de Arucas
  • Playa de Meloneras
  • Faro di Mas Palomas
  • Playa de Ingles
  • Dune di Mas Palomas
  • Centro di Mas Palomas
  • Camel Safari park

Mentre lasciavamo Mas Palomas, la prima spiaggia che abbiamo incontrato è stata la 1. Playa de Amadores, un’affascinante spiaggia con un mare dal colore celeste. Non potevamo lasciare il posto senza fare un tuffo nelle sue acque azzurre, e così ci siamo immersi qui. Successivamente, abbiamo proseguito verso la 2. Playa di Anfi del Mar e il 3. Mirador de Puerto de Mogan, un luogo semplicemente fantastico e caratteristico per le sue incantevoli case colorate.

Ristoranti particolari Gran Canarie

Abbiamo deciso di fermarci nella zona Mirador, vicino a Mas Palomas per una deliziosa cena e per rilassarci dopo una giornata intensa. Il Mirador è un luogo un po’ costoso, ma per non arrivare affamati all’hotel a tarda notte, abbiamo optato per assaporare degli antipasti in un ristorante di fronte al mare.

Spiagge Bianche e Mirador:
  • Playa de Amadores
  • Playa of Anfi del Mar
  • Mirador de Puerto de Mogan

Nel nostro penultimo giorno, abbiamo dedicato del tempo per esplorare il Mirador Lliano de la Mimbre, un luogo immerso nella natura e tra le montagne, a circa un’ora di distanza da Las Palmas in auto. Se soffrite di mal d’auto, sconsiglio vivamente di visitare questo luogo, poiché il percorso stradale è caratterizzato da numerose curve, soprattutto curve a gomito, e la strada diventa sempre più stretta man mano che si sale verso la cima. Se non soffrite di mal d’auto, vi consiglio comunque di guidare con molta cautela in questa zona.

Mirador Lliano de la Mimbre Gran Canaria

Mirador Lliano de la Mimbre, Las Palmas, Gran Canaria

Il Mirador Llano de la Mimbre è un luogo che mi ha letteralmente incantato, con la vista panoramica sulla città di Las Palmas dall’alto e l’aria fresca di montagna che riempie i polmoni. Si possono udire i suoni della natura, tra il cinguettio degli uccelli e i versi di altri animali. È un luogo perfetto per allontanarsi dal caos del traffico di Las Palmas, dalla folla di persone e godersi in tutta tranquillità la vacanza e il suggestivo panorama.

Attenzione alle temperature qui. Sono molto più basse rispetto alla città. Noi abbiamo trovato nel mese di fine Febbraio e inizio Marzo a Las Palmas 28 gradi, ma quando siamo saliti qui, c’erano ben 11 gradi. Perciò si passa dall’estate all’inverno in un attimo.

Non fatevi spaventare dall’entrata di questo posto e non correte via appena la vedete; È un pò impressionante. Trovate dei cancelli lungo la strada, entrate senza esitazione.

Prima questo luogo era un campeggio molto animato e conosciuto, mentre oggi purtroppo é tutto abbandonato, perciò non fatevi intimorire dal degrado.

Intorno a questo posto non ci sono bar e ristoranti nei dintorni, perciò consiglio di armarvi di bottiglie di acqua e cibo, e sopratutto delle buone scarpe da trekking per camminare.

Arrivata la sera, siamo tornati a Las Canteras per goderci il chiaro della luna accompagnati dal suono rassicurante delle onde, chiudendo così la nostra magnifica giornata.

Per salutare l’Isola di Gran Canarie, al nostro ultimo giorno, abbiamo scelto di ritornare e trascorrere la giornata a Playa de Las Confital (che avevamo già visitato il primo giorno). Abbiamo deciso di raggiungerla a piedi dal lungomare di Las Canteras, impiegando circa 45/50 minuti a un passo sostenuto.

Non appena arrivati abbiamo camminato nel percorso ad anello per scendere alla spiaggia. Da questo percorso c’è un bellissimo panorama, si vede tutta la spiaggia rocciosa e l’oceano. E così che ci siamo seduti sulla roccia, abbiamo meditato e ci siamo rilassati.

Con un oceano di bei momenti trascorsi nell’Isola di Gran Canarie, il giorno successivo, ovvero il 5 giorno, abbiamo lasciato l’isola. Un po con il magone, ma felici, carichi. L’Isola è un vero tesoro nascosto nel mare.

Per scoprire i piaceri culinari che abbiamo assaporato a Gran Canarie, vi invito a leggere l’articolo dedicato.

Spero di avervi fornito informazioni utili. Per domande o dubbi, non esitate a lasciare un commento (apprezzo molto rispondere ai vostri commenti) o scrivetemi via mail.

Va precisato che non ricevo commissioni né sono affiliata per i consigli forniti; la mia intenzione è offrire informazioni sincere senza scopo pubblicitario.

A presto,

Alicia

Condividi questo articolo sui social
Alicia
Alicia

Ciao, sono Alicia, sono particolarmente affascinata da chiese, castelli e terme&spa. La mia passione per la scrittura si è sviluppata parallelamente al desiderio di immortalare le emozioni vissute durante i miei viaggi. Scrivere mi consente di rivivere quei momenti speciali, regalandomi una doppia gioia. Ho preso la decisione di aprire il mio sito per condividere le mie avventure, vivendole nuovamente attraverso la scrittura e permettendo agli altri di partecipare a questo viaggio con me, almeno virtualmente.

Articoli: 8

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 9 =