Terme Naturali Gratuite nella Magnifica Sardegna

Benvenuti alle Terme di San Saturnino tra Benetutti e Bultei, un segreto termale nascosto nel cuore affascinante della Sardegna, ad INGRESSO LIBERO tra Benetutti e Bultei.

Terme Naturali Gratuite nella Magnifica Sardegna

E se vi dicessi che esistono delle terme completamente gratuite, segrete nel cuore incontaminato della Sardegna, mi credereste?

In questo angolo pittoresco dell’isola, le Terme di San Saturnino offrono un rifugio di tranquillità e benessere, dove la natura incontaminata e le acque termali curative si uniscono per creare un’esperienza termale unica. Qui, lontano dalla frenesia quotidiana, potrete immergervi in un’atmosfera di relax, avvolti dal calore delle acque sulfuree e circondati dalla bellezza autentica della Sardegna.

Antiche vasche incavate nelle rocce, realizzate dagli abili artigiani dell’epoca romana, emergono pittorescamente nella campagna aperta tra i suggestivi paesi di Bultei e Benetutti, nella provincia di Sassari. Questi serbatoi d’acqua sono immersi in un contesto naturale, offrendo un affascinante connubio tra storia e paesaggio.

Le terme si celano in mezzo alla campagna, e trovarle non è un compito semplice; consiglio di avventurarsi in compagnia di qualcuno del luogo. Personalmente, ho usufruito della guida di mio padre, esperto della zona. Queste terme sono immerse nella natura in campagna aperta.

La prima vasca termale è una piccola piscina ideale per 2 o 3 persone. Per raggiungerla, è necessario parcheggiare la macchina di fronte a un cancello e procedere a piedi lungo una stradina bianca per circa 10 minuti.

Terme libere San-Saturnino, Benetutti, Sardegna.

Terme libere San Saturnino, Benetutti/Bultei, Sardegna

Si raccomanda di limitare la permanenza all’interno delle acque termali a non più di 20 minuti, sia per la notevole temperatura dell’acqua che per consentire l’accesso alle persone in attesa.

È vivamente scoraggiato l’uso di creme, shampoo e bagnoschiuma, poiché l’acqua, pulita e mantenuta a circa 34 gradi, rappresenta un vero toccasana per la pelle, particolarmente benefico per chi soffre di dolori muscolari, artriti e dermatite atopica.

La vasca è immersa in un’atmosfera naturale, circondata da piante ed erba alta; mentre i suoni degli insetti, degli uccellini e degli animali contribuiscono a creare un ambiente di puro benessere, appagante sia per il corpo che per la mente.

Qui, all’interno del mio canale YouTube trovate il video della vasca termale.

Grazie alla temperatura calda dell’acqua, è possibile immergersi e godere di questa piacevole coccola al corpo anche durante la stagione invernale.

Dove si trovano le terme gratis?

La seconda vasca si localizza entro un raggio di un chilometro dalla prima ed è situata in mezzo a una campagna appartenente a un pastore. Incassata in un ambiente rustico, la vasca si trova sotto un antico tetto privo di copertura.

La sua posizione è discretamente riservata; l’accesso avviene dalla strada, con l’entrata in prossimità dell’ex hotel terme di San Saturnino. Per raggiungerla, si percorrono gradini e una stretta stradina, mentre un fiume serpeggia tra la vegetazione circostante. È comune avvistare pecore o mucche nella zona.

Terme libere San-Saturnino, Benetutti, Sardegna.

Terme San Saturnino ad ingresso gratuito tra Benetutti/Bultei, Sardegna

Qui trovate il video di questa vasca.

Come ci si veste per andare alle terme?

Se si va durante la stagione estiva o primaverile, io consiglio un vestito comodo in modo da togliere facilmente una volta giunti sul luogo e appoggiare il vestito sulla roccia termale o sull’erba.

Durante l’inverno, consiglio di indossare un paio di leggings e una felpa per proteggersi dal freddo e svestirsi facilmente. Per quanto riguarda il costume da bagno, si può indossare sul posto, nascondendosi tra l’erba per coprirsi oppure con un asciugamano, oppure si può indossare il bikini sotto gli abiti in modo da essere già pronti.

L’acqua di entrambe le vasche è bassa, arriva fino alle ginocchia.

La serenità di questo luogo avvolge i visitatori in una sensazione di benessere e gratitudine. Per coloro che non sono abituati al trekking, consiglio di indossare scarpe da ginnastica per evitare di scivolare con ciabatte o infradito durante l’accesso a questa seconda vasca.

Nella zona ci sono sicuramente altre sorgenti termali tuttavia noi non siamo riusciti a trovarle, in quanto sono ben nascoste. Questi tesori sono gelosamente custoditi dagli abitanti del luogo, che ne fanno motivo di orgoglio e li preservano con cura.

Condividi questo articolo sui social
Alicia
Alicia

Ciao, sono Alicia, sono particolarmente affascinata da chiese, castelli e terme&spa. La mia passione per la scrittura si è sviluppata parallelamente al desiderio di immortalare le emozioni vissute durante i miei viaggi. Scrivere mi consente di rivivere quei momenti speciali, regalandomi una doppia gioia. Ho preso la decisione di aprire il mio sito per condividere le mie avventure, vivendole nuovamente attraverso la scrittura e permettendo agli altri di partecipare a questo viaggio con me, almeno virtualmente.

Articoli: 8

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 − 1 =