Esperienze Indimenticabili in Marocco: Guida per Viaggiatrici alla Scoperta di Tesori Nascosti

Tante domande assalgono la nostra mente prima di un viaggio, specialmente quando si mette piede in una cultura o religione diversa da quella occidentale.

Ebbene in questo articolo ho raccolto tutto ciò che a me è stato utile e che potrebbe essere utile anche a te per rendere il tuo viaggio un esperienza comoda e serena.

Ebbene io e il mio compagno siamo riusciti a visitare questa splendida città in 5 giorni e direi che 5 sono abbastanza; si riesce a visitare tutte le principali attrazioni con calma, senza fretta, fermandosi ad assaporare il sapore unico di un bel tea alla menta marocchino che è la loro bevanda tipica, quando ci si accomoda per rilassarsi.

Noi abbiamo dormito 5 notti e il sesto giorno siamo rientrati. In questo articolo vi do il benvenuto nel favoloso regno di Marrakesh, dove i colori si fondono in una sinfonia di tonalità magiche. Mettere piede in questa città e come entrare in un dipinto e tornare indietro con la mente in un passato mai vissuto. Le sue stradine e ogni angolo della città raccontano storia e cultura e senti che ogni passo diventa un viaggio spirituale. Questo viaggio non solo è stato un esperienza sensoriale e avvolgente, ma è stato un viaggio di introspezione.

Per vivere a pieno l’esperienza Marocchina consiglio di dormire in un Riad. Quanto costa e cosa è? Un Riad è la tipica casa Marocchina, e oggi queste dimore vengono usate come Bed&Breakfast. L’interno dei Riad sono particolari, all’interno ci sono dei cortili interni meravigliosi e architetture favolose. I Riad in passato erano abitate da grandi famiglie.

Il cortile interno del Riad e la sua fontana diventano un luogo di meditazione per ricaricarsi e rilassarsi mentalmente. L’architettura e i suoi colori sembrano nascondere storie millenarie. Per chi cerca una connessione profonda con se stesso, la cultura e la storia Marocchina, questo rifugio offre un segno spirituale.

Le camere, spesso adornate con tessuti tradizionali e arredi artigianali, creano un’atmosfera di calma e semplicità, offrendo un rifugio intimo per il riposo e la riflessione. È come immergersi in una dimensione in cui il materiale e il spirituale si fondono armoniosamente.

Noi abbiamo scelto Riad Lakdhar e abbiamo trascorso qui 5 notti; non scrivo quanto abbiamo speso per 5 notti perché il prezzo varia a seconda della stagione; si trova a 5 minuti a piedi da Piazza Jema El Fna, la location è tranquilla e silenziosa e la posizione è ottima. Lo staff è estremamente gentile.

Riad Lakhdar, Marrakesh, Marocco

Nel cuore di questo Riad è inclusa un abbondante e generosa colazione che delizia il vostro palato. La colazione e un’opportunità per immergersi nella ricchezza della cucina marocchina, dove ogni piatto racconta storie di tradizione e amore.

colazione tipica Marocchina

I Riad non hanno il tetto ma hanno un ampia soffitta/terrazza e dal nostro abbiamo goduto di albe e tramonti mozzafiato, mentre con tranquillità abbiamo assaporato la colazione godendo dei bei colori Marocchini.

tramonto dal Riad, Marocco

Io suggerisco di optare per un alloggio nelle vicinanze del centro, preferibilmente vicino al Souk o a piazza Jema El Fna. Questo permetterà di esplorare comodamente tutte le principali attrazioni a piedi. Inoltre, alloggiando in queste zone, si potrà godere della tranquillità anche in tarda serata, poiché il centro rimane animato anche nelle ore notturne.

Il Marocco è un paese aperto e tollerante. Ognuno è libero di vestirsi come desidera senza timore di recare offesa o sentirsi imbarazzato. Le donne marocchine stesse hanno la libertà di scegliere se indossare il velo, il burqa o altro, quindi sentitevi libere di esprimere la vostra individualità senza restrizioni.

L’abbigliamento dipende comunque dalle circostanze e dalla tua destinazione. In generale, è consigliabile vestirsi in modo rispettoso della cultura locale. La chiave è adattarsi al contesto e mostrare rispetto per la cultura locale.

Essendo un paese musulmano vi do alcuni suggerimenti che potrebbero esservi utili. Seguendoli, eviterete sguardi indesiderati e mostrerete rispetto nei confronti della cultura marocchina. Io mi sono trovata bene a indossare delle gonne/vestiti lunghi fino alle caviglie e dei jeans.

Jardine de Majorelle Morocco

Jardine de Majorelle

Anche se non ci sono delle regole, io consiglio di evitare per le donne, indumenti scollati mentre per gli uomini consiglio pantaloni fino alle ginocchia e una semplice maglietta. Siate rispettosi delle tradizioni locali e della cultura, indossando abiti modesti.

Come vestirsi a Marrakech a Dicembre?

Durante la stagione invernale la temperatura oscilla tra i 16 e 19 gradi; ebbene nel periodo di Natale, a Dicembre, noi siamo stati molto fortunati in quanto abbiamo trovato una temperatura di 25 gradi.

La mattina dalle 8.00 del mattino fino alle 11 si sente fresco e freddino, la temperatura si aggira tra i 12 gradi/15 gradi perciò consiglio di portare una felpa; stessa cosa vale per la sera, dopo che il sole tramonta scende il fresco, perciò è piacevole coprirsi con una giacca, felpa o mantella.

Se infatti dormite in uno Riad consiglio di portare un pigiama di cottone caldo.

Le precipitazioni non sono frequenti, ma non è detto che non si incontrano. Io posso dirvi che nei nostri 5 giorni nel mese di Dicembre non ha piovuto un giorno, il nostro cuore e la nostra anima sono stati riscaldati dal sole Marocchino.

Hammam Marrakech economici

Abbiamo provato il tipico bagno Marocchino nominato Hammam a Marrakech. Che dire? È stata un esperienza fantastica. Lo abbiamo provato qui; il prezzo del solo Hammam è di 50.57 euro per due, quindi 25 euro a testa; noi lo abbiamo fatto in coppia nella stessa stanza. Il posto è pulito e meraviglioso al suo interno. Il bagno è durato all’incirca un ora e 45. Dal Riad Lakhdar dista 5 minuti a piedi.

Ci hanno fatti accomodare in una stanza accogliente e invitati a distenderci su un lettino di marmo, il quale emanava un calore avvolgente. Una gentile terapista è entrata, utilizzando un sapone nero all’eucalipto per pulirci delicatamente. Successivamente, ha effettuato un risciacquo, esfoliato la pelle con il guanto Kessa e compiuto un rilassante lavaggio all’intero corpo. Alla fine del bagno ci siamo accomodati e rilassati in una stanza dove ci hanno offerto un bel bicchierino di tea alla menta.

Io dopo il bagno ho approfittato di un bel massaggio rilassante della durata di 1h. È stato il massaggio più bello e rilassante dei miei ultimi tre anni. L’ho pagato 36.75 euro. La massaggiatrice è stata molto attenta e premurosa e le sue mani sono state come un delicato abbraccio per la mia mente e il mio corpo, una sinfonia di benessere che ha sciolto le mie tensioni e ha lasciato che la serenità avvolgesse ogni fibra del mio essere.

Infine ci hanno regalato il delicato guanto Kessa che ha carezzato i nostri corpi durante il rito rilassante. Un prezioso regalo molto apprezzato.

Il personale parla la lingua Italiana, Spagnola e Inglese.

Dove cenare assolutamente a Marrakech?

Siamo andati a mangiare in questo bellissimo ristorante che si trova esattamente di fronte al nostro Riad; si chiama Saffron by Koya inizialmente eravamo un po scettici date le recensioni negative per il cibo, ma abbiamo sfidato la nostra diffidenza restando piacevolmente sorpresi da questa esperienza.

Ogni sera il suono avvolgente della musica dal vivo di questo posto crea un’atmosfera incantevole. La musica è molto gradevole, ed è accompagnata da esibizioni spettacolari: ballerine che danzano il ventre e talentuosi musicisti che intrecciano melodie marocchine coinvolgendo il pubblico in un vortice di emozioni e balli.

La cucina è eccellente, l’ambiente incantevole e il personale estremamente premuroso. Nel contesto delle festività natalizie, abbiamo scelto di trascorrere la nostra Vigilia di Natale qui al Saffron. Il costo di una cena per due, che includeva 2 tajine, una bottiglia di acqua naturale, una birra da 33cl, due dessert e 1 cocktail, insieme a un intrattenimento musicale, si è attestata sugli 80 euro.

Tajine, Marocco

Tajine, Morocco

I marocchini sono ospitali?

Nel nostro paese se ne sentono di cotte e di crude sulla loro cultura ma una volta messo piede nella loro terra si resta piacevolmente sorpresi dalla bontà d’animo di questo popolo. I marocchini sono persone squisite, estremamente gentili e pronte ad aiutarti non appena notano sei in difficoltà.

L’ospitalità dei marocchini è una forma di calore umano che avvolge ogni visitatore in un abbraccio accogliente. In Marocco, l’arte di ricevere gli ospiti è un valore profondamente radicato nella cultura, un rituale che si tramanda di generazione in generazione.

La cortesia dei marocchini si riflette nell’arte dell’offerta, dove anche le risorse più limitate sono condivise con un sorriso generoso.

La lingua principale è l’Arabo, ma i Marocchini parlano anche il francese, la lingua Italiana, lo spagnolo e un po di Inglese.

L’ospitalità dei marocchini è un viaggio nell’anima del paese, dove l’amore per l’altro è una lingua universale che supera ogni barriera culturale. In Marocco, essere ospiti significa abbracciare un’esperienza unica di accoglienza, rendendo ogni viaggio non solo un’avventura tra luoghi, ma un percorso attraverso il cuore di una nazione generosa.

Prima di iniziare questo viaggio, avevo letto avvertimenti sulla possibilità di perdersi nel Souk della Medina, dove alcuni viaggiatori avevano chiesto aiuto ai Marocchini locali e poi si erano trovati a dover dare loro dei soldi per uscire. Tuttavia, credo che l’esperienza sia soggettiva, e consiglio di utilizzare il buon senso, cercando informazioni da donne o famiglie marocchine.

Nella nostra esperienza personale, molti giovani si sono mostrati disponibili ad aiutarci senza chiedere alcun compenso, ma comprendo che la situazione può variare. Pertanto, consiglio di mantenere occhi aperti e di essere vigili.

Cosa vedere di tipico a Marrakech?

Ho organizzato le attrazioni principali punto per punto come li abbiamo seguiti noi sulla mappa Google. Qui riporto come ci siamo arrivati e approfondisco di più l’argomento sui punti principali.

  • 1 GIORNO
  • souk della medina
  • moschea di Koutobia, l’accesso e riservato alle persone di religione musulmana.
  • museo di Marrakesh
  • Madrasa Ben Youssef
  • 2 GIORNO
  • Palazzo El Bahia
  • Palazzo el Badi
  • Tombe Saradiane
  • 3 GIORNO
  • Jardin Majorelle, il biglietto si acquista online, ci si puo arrivare con il taxi o in bus o anche a piedi.
  • Secret jarden che si trovano all’interno di Medina, souk.
  • La sera al tramonto abbiamo visitato piazza Jama el Fna, una piazza molto vivace dove vendono cibo, ci sono spettacoli di musica marocchina, souvenir e artigianati aperti fino a notte fonda.

Con un po’ di attenzione e rispetto, il vostro viaggio in Marocco sarà un’esperienza indimenticabile. Buon viaggio! Per qualsiasi domanda o consiglio, non esitate a scrivermi 🙂

Condividi questo articolo sui social
Alicia
Alicia

Ciao, sono Alicia, sono particolarmente affascinata da chiese, castelli e terme&spa. La mia passione per la scrittura si è sviluppata parallelamente al desiderio di immortalare le emozioni vissute durante i miei viaggi. Scrivere mi consente di rivivere quei momenti speciali, regalandomi una doppia gioia. Ho preso la decisione di aprire il mio sito per condividere le mie avventure, vivendole nuovamente attraverso la scrittura e permettendo agli altri di partecipare a questo viaggio con me, almeno virtualmente.

Articoli: 8

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 5 =