Cosa fare a Sofia in 24 ore

Un giorno indimenticabile nella capitale Bulgara con un itinerario pensato per catturare l’essenza di questa affascinante capitale in una visita veloce di 24 ore.

Ti sei mai chiesto cosa potresti scoprire a Sofia in sole 24 ore? Hai mai pensato se fosse necessario più tempo per esplorare le sue principali attrazioni? Posso confidarti che Sofia è assolutamente visitabile in una giornata, e potrai scoprire tutte le sue attrazioni più iconiche in sole ventiquattro ore.

La bellezza di questa città è che puoi muoverti a piedi senza la necessità di mezzi di trasporto, dato che tutti i monumenti sono a breve distanza l’uno dall’altro. Sofia splende sia d’inverno che d’estate: le temperature invernali sono miti, mentre le estati regalano calde giornate. Ma adesso, senza indugi, esploriamo insieme l’itinerario!

Perdersi tra le bellezze di Sofia

Siamo giunti nella capitale nel mese di novembre alle 15 del pomeriggio e l’abbiamo lasciata il giorno successivo alle 12 del mattino, in meno di 24 ore. La nostra visita è stata un vero e proprio “toccata e fuga”, consentendoci di vivere le principali attrazioni, soprattutto di notte.

Abbiamo scelto di soggiornare in questo alloggio, un luogo pulito, accogliente e conveniente, perfetto per un breve soggiorno. La sua vicinanza alla stazione dei treni, con collegamento diretto all’aeroporto, è stata particolarmente comoda.

Il nostro percorso è iniziato lungo la via principale del centro, conosciuta come Vitosha Boulevard. Una strada infinita costellata di negozi, bar e ristoranti, dove si possono ancora ammirare alcuni palazzi segnati dall’epoca socialista.

Via principale, Vitosha Boulevard, Sofia, Bulgaria

Via principale, Vitosha Boulevard

La prima cappella che abbiamo visitato è stata la Cattedrale Ortodossa di Santa Domenica Nedelia (detta anche Sveta Nedelya) a 16 minuti a piedi dal centro principale; una chiesa stupenda al suo interno.

Premetto che tutte le parrocchie che abbiamo visitato sono a ingresso gratuito. Sotto infatti potete visualizzare l’interno della cappella di Sveta Nedelya.

Parrocchia Sveta Nedelya/Cattedrale Ortodossa, Sofia, Bulgaria

Parrocchia Sveta Nedelya/Cattedrale Ortodossa di Santa Domenica Nedelia

Parrocchia Sveta Nedelya, Sofia, Bulgaria

Parrocchia Sveta Nedelya, Sofia, Bulgaria

A due minuti a piedi da Sveta Nedelya si trova la chiesa di San Giorgio, uno spettacolo di abbazia, tra l’altro considerata una delle basiliche più antiche della capitale. Era stata costruita nel III secolo come tempio pagano, poi negli anni è stata trasformata in una chiesa. Per accedere è necessario entrare nel cortile del Palazzo della Presidenza della Repubblica, un luogo attrattivo, assolutamente da non perdere!

Basilica di San Giorgio, Sofia, Bulgaria

Basilica di San Giorgio, Sofia, Bulgaria

Dalla chiesa di San Giorgio, a 6 minuti a piedi ci siamo diretti verso il teatro Nazionale conosciuto come Teatro Nacional Ivan Vazov. Impressionante e molto bello! Sta vicino a un parco chiamato City garden o in lingua Bulgara Gradcka Gradina e all’interno di esso sta una bellissima e grande fontana. All’interno del parco ci si può anche sedere. A tre minuti a piedi ci siamo diretti verso la parrocchia di San Nicola. L’architettura interna ed esterna è favolosa. Noi abbiamo avuto la fortuna di assistere a una messa Ortodossa. Un bel gioiellino che vale la sua visita.

Parrocchia di san Nicola, Sofia, Bulgaria

Parrocchia di San Nicola, Sofia, Bulgaria

Dalla Chiesa di San Nicola, ci siamo mossi a piedi per circa 5 minuti in direzione del Monumento dello Zar Liberatore, noto in bulgaro come Zar Osvobodite, situato di fronte al Parlamento Bulgaro. Questo imponente monumento è stato realizzato dallo scultore italiano Arnoldo Zocchi. Da qui, in soli 4 minuti, abbiamo raggiunto la maestosa Cattedrale di Alexander Nevskij, un’opera architettonica in stile neo-bizantino, caratterizzata da un interno spazioso e straordinario.

Parlamento Bulgaro, Sofia, Bulgaria

Parlamento Bulgaro

La cattedrale Alexander Nevskij è considerata uno dei simboli più significativi di Sofia, e la sua bellezza è davvero indescrivibile. Tuttavia, è importante notare che per scattare fotografie all’interno è necessario pagare la guida, altrimenti non è consentito.

Abbazia di Alexander Nevskij, Sofia, Bulgaria

Abbazia di Alexander Nevskij, Sofia, Bulgaria

Usciti da qui, ci siamo diretti in 2 minuti verso la cappella di Santa Sofia. Anche questa rientra tra le basiliche più antiche della capitale. Da qui, in 10 minuti a piedi abbiamo visitato il Museo all’esterno della Metropolitana Serdika. Può essere visitato anche la sera in quanto non ci sono cancelli e la zona è tranquilla.

A soli 4 minuti a piedi dal museo, ci siamo diretti domenica mattina alla Moschea di Banya Bashi. Alle spalle della moschea, abbiamo scoperto delle terme accessibili al pubblico, dove sgorga acqua calda. È interessante notare che per visitare queste terme non è necessario entrare nella moschea; sono situate all’esterno, vicino alla chiesa. L’acqua, sebbene calda, non raggiunge temperature bollenti, rendendola perfetta per riscaldarsi le mani durante le giornate fredde. La sensazione è piacevole e abbiamo osservato che molti locali attingono acqua da queste fontane, considerandola potabile.

A soli due minuti a piedi dalle terme, abbiamo esplorato la magnifica Sinagoga, un monumento di notevole bellezza. La sinagoga è aperta ai visitatori dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 17:00. Avevamo in programma di visitare anche il mercato centrale, ma purtroppo era chiuso. Una ragione in più per programmare un ritorno.

La sera, ci siamo immersi in un concerto orchestrale bulgaro presso un teatro locale. Gli strumenti musicali, tra cui violini, violoncelli, chitarre e viole, hanno reso il concerto un’esperienza intensa, brillante e molto espressiva. Qui trovate il link YouTube per ascoltare la magia di quella serata musicale.

Ricapitolando questo è stato il nostro Itinerario:

  • Vitosha Boulevard
  • Cattedrale Sveta Nedelya/Cattedrale Ortodossa di Santa Domenica Nedelia
  • Basilica di San Giorgio
  • Teatro nazionale di Ivan Vazov
  • Parco City Garden/Gradcka Gradina
  • Parrocchia di San Nicola
  • Monumento dello Zar Liberatore/Zar Osvobodite
  • Cattedrale di Alexander Nevskij
  • Cappella di Santa Sofia
  • Museo all’esterno della Metropolitana Serdika
  • Moschea di Banya Bashi
  • Terme
  • Sinagoga
  • Central Market

Ho redatto un articolo dettagliato in cui condivido le mie esperienze riguardo a cosa/dove ho gustato deliziosi pasti. Puoi trovarlo qui.

 Per quanto riguarda i suggerimenti forniti, desidero sottolineare che non ricevo commissioni e non ho affiliazioni con nessun luogo menzionato in questa pagina.

Spero che le informazioni fornite siano state utili. Per eventuali domande o dubbi, vi invito a lasciare un commento (sarà un piacere rispondere) oppure potete scrivermi via email qui.

Condividi questo articolo sui social
Alicia
Alicia

Ciao, sono Alicia, sono particolarmente affascinata da chiese, castelli e terme&spa. La mia passione per la scrittura si è sviluppata parallelamente al desiderio di immortalare le emozioni vissute durante i miei viaggi. Scrivere mi consente di rivivere quei momenti speciali, regalandomi una doppia gioia. Ho preso la decisione di aprire il mio sito per condividere le mie avventure, vivendole nuovamente attraverso la scrittura e permettendo agli altri di partecipare a questo viaggio con me, almeno virtualmente.

Articoli: 8

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − sette =